Il Comitato per la protezione di Gerusalemme: 'Israele progetta di convertire il cortile di al-Buraq nel più vasto centro religioso ebraico del mondo'

Al-Quds (Gerusalemme) – Infopal. Il comitato congiunto islamico-cristiano per il sostegno e la protezione di al-Quds (Gerusalemme) rivela che Israele è pronto ad avviare i lavori per trasformare l'intero cortile al-Buraq – dove sorge la Moschea di al-Asqa – nel più grande centro religioso ebraico al mondo.

La notizia è stata 'ufficializzata' da parte palestinese nell'ambito di una conferenza stampa che ha visto gli interventi del Segretario generale del comitato, Hassan Khater, e dell'archimandrita cristiano ortodosso, mons. 'Atallah Hanna, del Capo del comitato, shaykh Mohammed Hussein e del legale Qais Nasser.

Hassan Khater ha parlato di 'guerra israeliana di vasta portata' e ha ripercorso i punti che sanciscono la sacralità di tutta l'area per la religiose islamica. 

Proseguendo, Khater ha dichiarato ai giornalisti: “Al-Buraq è parte integrante della nostra religione, della nostra storia; non bisogna dimenticare che, nella storia della lotta palestinese contro il progetto coloniale sionista, gli scontri per la difesa dell'area, portarono alla 'rivoluzione di al-Buraq', nel 1929. Israele sta cercando di produrre un conflitto religioso che coinvolga i fedeli di tutto il mondo e, di fronte a questa possibilità, si profila il rischio di una lotta proprio come accadde nel 1929”.

L'avvocato Qais ha parlato nei dettagli della pianificazione: si partirà da un passaggio ad uso esclusivo degli ebrei che attraverserà tutto il cortile mentre, gli edifici intorno saranno adibiti a parcheggio. Quest'ultimo si chiamerà 'Givati' e interesserà il quartiere di Silwan, a Gerusalemme est.

L'intera area, potrebbe essere attraversata dal nuovo trenino urbano che collega varie zone di Gerusalemme e si sospetta che il nuovo mezzo di trasposto possa raggiungere un punto molto vicino alla Moschea di al-Aqsa, rappresentando un ulteriore fattore di rischio per l'integrità architettonica del sito religioso islamico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.