Il Consiglio dei Ministri palestinese smentisce di aver ricevuto un decreto presidenziale che licenzia la Forza Esecutiva.

In un comunicato, la Segreteria generale ha chiarito che il decreto presidenziale di conferma della Forza Esecutiva "sbugiarda" quanto affermato ai media dal presidente.

Il presidente Abbas aveva annunciato ieri l’altro, infatti, che "la forza esecutiva è illegale se non verrà amalgamata agli organi di sicurezza palestinesi". Tale decisione è stata rifiutata dal governo e dal ministero degli Interni, che hanno confermato che "questa forza è legale e formata entro un contesto di sicurezza".

Per quanto riguarda le nuove assunzioni da parte del ministero degli Interni, che portano a 12000 da 5500 il numero degli agenti, la Segreteria generale ha dichiarato che è tutto legale, perché avvenuto seguendo le regole previste dalla Commissione ministeriale e alla presenza del presidente generale del Personale. E ha molto criticato la scelta di Abbas di delettimare la Forza Esecutiva attraverso dichiarazioni rilasciate ai mezzi di informazione e non dopo riunioni con gli organi competenti.

La Segreteria del Consiglio generale dei ministri ha confermato che il governo non ha ricevuto alcun decreto presidenziale che imponga di sciogliere la Forza Esecutiva che fa capo al ministero degli Interni. E ha spiegato che il governo aveva ricevuto lettere firmate dal presidente Abbas e dalla segreteria della Presidenza per confermare l’istituzione di questa forza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.