Il Consiglio supremo islamico: 'Israele intende demolire il corridoio di Bab al-Mugharibe, uno degli accessi alla moschea di al-Aqsa'

Al-Quds (Gerusalemme) – InfoPal. In un comunicato rilasciato al corrispondente di 'Quds Press', il Consiglio supremo islamico di al-Quds (Gerusalemme) riferisce di un'altra minaccia israeliana sull'identità storico-religiosa della città.

Questa volta, le autorità d'occupazione israeliane intendono demolire lo stretto passaggio di Bab al-Mugharibe, uno degli ingressi alla moschea di al-Asqa.

Al posto del corridoio, secondo i piani israeliani, potrebbe sorgere un ponte sospeso.

'Ekrema Sabri, capo del Consiglio, denuncia i tentativi israeliani di cancellare l'identità islamica di Gerusalemme e con essa il suo patrimonio culturale storico-religioso islamico.

Nel comunicato si specifica che, una parte del corridoio, a rischio di demolizione, era già crollata nel 2004 e, da allora, le autorità d'occupazione non hanno mai permesso di eseguire i lavori di restauro o risanamento.

La giurisdizione territoriale e la competenza sul patrimonio religioso di Gerusalemme est ricade sul Waqf islamico (fondo per la gestione delle fondazioni pie e del patrimonio religioso).

A conclusione del suo comunicato, Sabri chiede che la comunità internazionale, i paesi islamici e l'Unesco, agenzia Onu per l'educazione, la scienza e la cultura, intervengano per allontanare l'ultimo spettro dell'occupazione su Gerusalemme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.