Il controverso avvocato Alan Dershowitz a capo della difesa del genocidio di Israele presso l’ICJ

Washington D.C. –Quds News Network. Con una mossa sorprendente, l’avvocato americano Alan Dershowitz, che ha difeso il trafficante sessuale di minorenni, Jeffrey Epstein, e l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump sotto impeachment, è considerato a capo della difesa di Israele contro le accuse di genocidio presentate dal Sudafrica alla Corte internazionale di giustizia ( ICJ).

Pare che Dershowitz, spesso definito il “cane da attacco” di Israele, sia la scelta preferita del primo ministro Benjamin Netanyahu, nonostante la sua storia controversa con l’ICJ. Nel 2004, criticò la Corte Internazionale di Giustizia, sostenendo che fosse “fondata” sulla discriminazione, a seguito del parere consultivo sulla costruzione dell’illegale “Muro di Separazione” nei Territori palestinesi occupati.

La notizia che Dershowitz viene preso in considerazione per la difesa di Israele è stata rivelata dal giornalista politico Barak Ravid, che ha dichiarato: “I dirigenti israeliani dicono che Netanyahu vuole che Alan Dershowitz rappresenti Israele all’udienza @CIJ_ICJ della prossima settimana sull’accusa del Sudafrica di condurre un genocidio a Gaza”.

Dershowitz non ha né confermato né smentito i rapporti, affermando: “Non posso commentare in questo momento”.

La carriera legale di Dershowitz include la difesa di O.J. Simpson nel 1994 e di Epstein e Weinstein. Epstein, accusato nel 2019 di traffico sessuale di minorenni, ha dovuto affrontare accuse di traffico di una vittima per Dershowitz a scopo sessuale.

Weinstein, il produttore di Hollywood caduto in disgrazia, è stato dichiarato colpevole nel 2020, con legami con una società di spionaggio israeliana, Black Cube.

Considerato da alcuni un degno sostenitore di Israele, Dershowitz, amico di lunga data e consigliere del primo ministro Netanyahu, ha difeso gli insediamenti israeliani illegali, ha minimizzato le vittime civili e ha attaccato i gruppi ebraici liberali nei suoi numerosi libri, tra cui “The Case for Israel ”, “Difendere Israele” e “Guerra contro gli ebrei”.