Il dialogo tra le fazioni palestinesi raggiunge l’accordo sull’Olp.

Dal nostro corrispondente. 

I rappresentanti delle fazioni nazionali e islamiche sono riuscite a superare le divergenze sull’Olp quale unico e legittimo rappresentante del popolo palestinese.

I contrasti rimangono su tre altre questioni: la resistenza, le trattative con Israele, il governo di unità nazionale.

Le fazioni chiedono di accelerare i tempi per l’applicazione degli accordi del Cairo (2005) per quanto riguarda lo sviluppo e il miglioramento dell’Olp e la confluenza di tutte le realtà della resistenza palestinese sotto il suo ombrello, in accordo con i cambiamenti nell’arena palestinese.

Per quanto concerne le divergenze sulla resistenza si tratta di differenze nella metodologia.

I rappresentanti dei movimenti hanno sottolineato che nella seduta di ieri i membri di Hamas hannno chiesto di aggiungere “invito a formare un governo d’unita nazionale” per evitare confusioni, perché: “firmare il patto non vuol dire far dimettere il governo”.

Le fazioni hanno ignorato questa divergenza con la speranza di superarla nella riunione che si svolgerà domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.