Il FPLP deciderà se far parte del governo di unità dopo aver avviato una discussione con Fatah e Hamas.

Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina ha dichiarato ieri di “apprezzare tutto quanto possa fermare la lotta interna e bloccare lo spargimento di sangue palestinese”, e ha ringraziato “tutti coloro che hanno fatto contribuito alla riuscita dell’accordo di Mecca, che rende concreta la protezione dei palestinesi e dà dignità alla lotta che torna ad essere rivolta verso l’occupazione e gli aggressori”.

Il Fronte ha chiesto poi se era necessario “sacrificare tante vite palestinesi per raggiungere l’accordo, considerato che i dialoghi nazionali sono iniziati a partire dal Documento dei Prigionieri (l’estate scorsa, ndr) per arrivare al Documento della Concordia nazionale che ha chiarito le basi per l’accordo sul programma di governo e la ricostituzione dell’Olp.

 

E ha aggiunto che sarà necessario attivare una discussione a cui far partecipare la maggior parte del popolo palestinese, delle sue forze politiche e sociali, “dopo il dialogo con i fratelli dei due movimenti decideremo se far parte del prossimo governo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.