Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina dichiara la propria disponibilità a entrare nel governo.

 Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina -FPLP- ha reso noto ufficialmente al Premier Ismail Haniyah di essere pronto a far parte del governo palestinese e delle forze di sostegno del ministro degli Interni.

Nasser Al-Kafarna, membro dell’ufficio politico dell’FPLP, ha affermato che il Fronte ha informato Haniyah, dopo la consegna del programma del suo gabinetto al Consiglio legislativo palestinese, di essere pronto a entrare nel governo. E ha spiegato che sono stati compiuti passi in avanti rispetto alle differenze tra Hamas e il Fronte Popolare, e che il programma di Haniyah sostiene il ruolo dell’OLP. "Abbiamo comunicato la nostra intenzione di far parte del governo – ha sottolineato Al-Kafarna – e di iniziare immediatamente a dialogare sui dettagli".

Ha aggiunto che le dichiarazioni del Premier alla Conferenza per il Dialogo nazionale relative al riconoscimento del ruolo dell’OLP come il solo e legittimo rappresentante del popolo palestinese e altri argomenti – la risoluzione ONU 194 – hanno accelerato la decisione dell’FPLP.
Haniyah, da parte sua, ha spiegato che avrebbe consultato la leadership di Hamas e il governo prima dare una risposta al Fronte.

A marzo, il Fronte si era rifiutato di entrare nel governo guidato da Hamas perché questo movimento non aveva accettato di includere l’articolo in cui l’OLP veniva riconosciuto come il solo e legittimo rappresentante del popolo palestinese ma si richiedeva la sua ricostruzione su nuove basi (in ottemperanza deglia accordi del Cairo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.