Il gabinetto Fayyad dà le dimissioni. Consultazioni per nuovo governo

Ramallah – InfoPal. Ieri, l'agenzia britannica Reuters ha riportato la notizia delle dimissioni, previste per oggi, del consiglio dei ministri dell'Anp di Ramallah, presieduto da Salaam Fayyad.

Fayyad, su incarico del presidente con mandato scaduto, Mahmud Abbas, dovrà avviare le trattative per la formazione del nuovo governo, nominando altri ministri.

Diversi analisti inquadrano tali dimissioni nell'ambito dei grandi sconvolgimenti politici in corso nei Paesi arabi – rivoluzioni e ribellioni popolari che hanno portato alla caduta dei regimi tunisino e egiziano, e che stanno conducendo altri alla crisi.

In Cisgiordania, dove governa un partito, Fatah, che nel gennaio del 2006 ha perso le elezioni, il nuovo gabinetto non rispecchierà certo l'esito elettorale, in quanto il movimento vincitore, Hamas, è sotto assedio e boicottaggio israelo-internazionale da quattro anni.

Dunque, le dimissioni dell'esecutivo rappresentano soltanto un tentativo di placare gli animi della popolazione, governata dall'Anp di Abbas sostenuta e finanziata dagli Usa e dall'Unione Europea, ma ormai screditata a seguito della pubblicazione dei documenti di “The Palestine Papers”, dove emerge in modo inequivocabile la collaborazione con l'occupazione israeliana.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.