Il governo giordano vieterà introduzione dei prodotti degli insediamenti israeliani

'Amman – InfoPal. Il governo del Regno hashemita di Giordania ha impartito disposizioni a tutti i connazionali coinvolti nel commercio dei prodotti provenienti dalle colonie israeliane: “Questa produzione sarà vietata in tutto il territorio giordano”. 

E' la stampa locale con “al-'Arab al-Yom” a rendere pubblica la lista delle aziende israeliane colluse con la produzione negli insediamenti illegali israeliani in Palestina. La stessa lista è stata fatta pervenire alle autorità doganali perché ne controllino direttamente l'accesso nel Paese. 

 

Hani al-Malqi, ministro per l'Industria e il Commercio giordano, ha dato il proprio consenso a questa decisione del governo, aggiungendovi ulteriori dettagli. 

“Si tratta di oltre 220 aziende e società che operano direttamente e indirettamente con gli insediamenti israeliani e l'azione del governo giordano è coerente con quanto decretato dalla delegazione della Lega Araba in Germania. 

Allora si era messo in chiaro che gli insediamenti israeliani nei Territori palestinesi occupati sono una violazione ai diritti umani e alla legislazione internazionale. Inoltre, la Lega Araba si era impegnata a ritenere passibili di procedimento penale davanti alla Corte penale internazionale, queste violazioni. 

Nel documento della Lega Araba si condannavano le politiche razziste di Israele verso i palestinesi, l'ingerenza negli affari civili e le politiche dello Stato ebraico atte a procedere con modifiche geografiche e demografiche, tutt'altro che elusive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.