Il Governo Haniyah: ‘Togliamo ai ricchi per dare ai poveri’.

Gaza – Infopal. Il Presidente del consiglio dei ministri palestinese a Gaza, Ismail Haniyah, ha annunciato che il suo governo ha deciso di versare una somma di 100 dollari per 25.000 lavoratori della Striscia, per un totale di 2,5 milioni di dollari. Ciò in occasione del 1° maggio, Festa mondiale dei lavoratori.

L'annuncio di questo provvedimento è stato dato nel corso di un incontro dello stesso Haniyah con il ministro del Lavoro e degli Affari sociali Ahmad al-Kurd.

Haniyah ha affermato: “Questo riconoscimento intende significare che noi stiamo dalla parte dei lavoratori, ed è una risposta ai piani di chi mira a diffamare questo governo”.

“Noi togliamo le ricchezze ai ricchi per distribuirle a chi ne ha bisogno tra la nostra gente, che vive come in un'immensa prigione, mentre il cosiddetto 'mondo civile' sta a guardare”.

Haniyah ha poi detto che il suo governo, da quando è in carica, ha dato circa 28 milioni di dollari in aiuti monetari ai lavoratori della Striscia, oltre ai vari progetti ed altri tipi di aiuti.

Haniyah ha attribuito tutta la responsabilità delle sofferenze dei lavoratori di Gaza agli occupanti che impongono l'embargo, pertanto la fine di queste sofferenze si avrà solo con la fine dell'occupazione e dell'embargo.

Haniyah ha poi spiegato che i lavoratori, sotto embargo, si sono ridotti a svolgere lavori massacranti, come lo scavo dei cunicoli, a rischio della loro stessa vita. Egli ha poi confermato di essere certo che “il fenomeno dei cunicoli è certamente eccezionale, perché se i valichi fossero aperti la gente non ricorrerebbe ai cunicoli, pertanto i valichi devono essere riaperti e l'embargo al nostro popolo dev'essere tolto”.

Sullo stesso argomento: Haniyeh: We take from rich and give to poor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.