Il grido di al-Khudari al mondo: la Striscia di Gaza sta collassando.

Gaza – Infopal

Jamal al-Khudari, presidente del Comitato popolare contro l’assedio alla Striscia di Gaza, oggi ha lanciato l’allarme per la possibilità di un’imminente crisi energetica, se Israele continua a tagliare i rifornimenti.

Durante una conferenza stampa a Gaza, al-Khudari si è rivolto ai paesi arabi e alla comunità internazionale affinché esercitino pressioni su Israele costringendolo a togliere l’embargo. Continuare l’assedio, ha sottolineato, significa mettere a rischio la vita di tutti gli abitanti della Striscia di Gaza.
La fine dell’erogazione di carburante porterà con sé il blocco della fornitura idrica e la distruzione dell’agricoltura.

"Siamo qui per dire al mondo che Gaza collasserà – ha dichiarato al-Khudari – e che questo è colpa del mondo intero. Si devono intraprendere azioni immediate per esercitare pressioni sull’occupazione, affinché ponga fine alla crisi".

E ha chiesto la riapertura dei valichi da e per la Striscia e l’ingresso di merci, molte delle quali confiscate da Israele nei porti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.