Il gruppo 'Ahl as-Sunnah' accusa Hamas di 'mettere in pratica i piani dei suoi padroni sciiti'.

Gaza – Infopal

Ieri, nella Striscia di Gaza, un gruppo che si fa chiamare “Ahl as-Sunnah nella Striscia di Gaza", ha ammonito Hamas a non continuare a invadere le moschee del gruppo e a smettere di arrestare i suoi sostenitori.

In un comunicato stampa, il gruppo, ha confermato che “l’era del perdono per gli aggressori è già finita”, e ha aggiunto che “le milizie di Hamas hanno invaso la parte posteriore della moschea di Ahl as-Sunnah entrando con la forza con gli scarponi durante la presenza di musulmani in preghiera e con l’obiettivo di sequestrare la gente giunta per commemorare la notte del destino, Laylat al-Qadr”.

Nel comunicato si legge: “Non conosciamo un motivo valido per quanto hanno fatto, ma noi crediamo che queste milizie siano intenzionate a prendere di mira ogni sunnita e mettere in pratica i piani dei loro padroni, gli sciiti".

E ha messo in guardia Hamas dal proseguire le aggressioni contro Ahl as-Sunnah perché ciò porterà a "conseguenze molto gravi".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.