Il Jihad Islamico nega di aver portato esperti iraniani a Gaza.

Una fonte responsabile del Jihad Islamico ha smentito le notizie riportate ieri dal sito web www.debka.com, secondo cui il dott. Mohammad al-Hindi, uno dei suoi dirigenti, avrebbe portato a Gaza esperti iraniani e di Hezbollah per addestrare i miliziani del Jihad a migliorare il lancio di missili.

In un comunicato stampa di cui il corrispondente di Infopal.it ha ricevuto copia, la fonte ha affermato che "tali notizie sono false e che giungono nell’ambito dell’aggressione israeliana che prende di mira i capi del Jihad Islamico e i simboli della resistenza in Palestina".

E ha aggiunto: "Noi del movimento del Jihad Islamico prendiamo sul serio queste minacce perché l’occupante pianifica di eliminare i simboli del movimento e i capi del popolo palestinese per colpirne la volontà e la resistenza".

E ha sottolineato che il movimento del Jihad Islamico e le Brigate al-Quds "non hanno bisogno dell’aiuto di nessuno per sviluppare i mezzi di lotta. Si tratta di accuse per giustificare le operazioni di assassinio mirato".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.