Il khatib della moschea di Al-Aqsa: la causa palestinese non interessa più i paesi arabo-islamici.

Sheikh Yousef Abu Snene, predicatore nella moschea di Al-Aqsa, ieri ha affermato che la causa del popolo palestinese non occupa più l’attenzione dei musulmani nel mondo. E ha sottolineato come le violenze israeliani siano aumentate anziché diminuite, ma che nessun paese islamico ha rimproverato il governo di Israele.

"Quando capiranno i musulmani che la causa palestinese è il cuore del conflitto tra bene e male?", ha domandato.

E ha imputato ai paesi imperialisti la colpa di aver indebolito economicamente e militarmente tutti i paesi arabi che circondano la Palestina per proteggere lo stato ebraico.

Sheikh Abu Snene ha anche fatto notare che l’Onu non sta dando priorità alla questione palestinese e non costringe Israele a rispettare o implementare la serie di risoluzioni internazionali che richiedono la protezione dei civili, il rispetto dei diritti umani, il ritiro dalle terre occupate, la fine della colonizzazione dei territori e la rimozione del muro di separazione.

"Israele, appoggiato dall’oppressiva amministrazione Usa, non si cura neanche di rispondere a queste risoluzioni", ha spiegato Khatib.

(Fonte: www.palestine-info.co.uk)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.