Il ministero dell’Agricoltura: gli attacchi dei coloni contro le terre palestinesi sono programmati.

 

Gaza – Infopal. Il ministero dell'Agricoltura del governo di Gaza ha dichiarato che quanto sta accadendo agli agricoltori palestinesi – i quotidiani incendi, distruzioni attuate dai coloni alle terre coltivate, agli alberi e alle proprietà – “non è casuale ma programmato con l'aiuto delle forze di occupazione”.

In un comunicato stampa, il ministero ha affermato: “Solo all'inizio di questo mese ci sono state più di venti aggressioni contro i contadini e le loro proprietà nelle città della Cisgiordania: distruzione di alberi e terreni, raccolti incendiati, pozzi d'acqua avvelenati, e così via. In particolare, i coloni si sono accaniti contro le cittadine di Irak Burin, a sud della città di Nablus, Yatta, a sud di Hebron, e Um Rihan e Anin nella provincia di Jenin”.

Ha anche riferito che le forze di occupazione e i coloni lavorano in continuazione per ampliare le colonie a scapito della terra dei palestinesi, esercitando continue pressioni attraverso tali aggressioni.

“L'obiettivo delle forze di occupazione – ha sottolineato il ministero dell'Agricoltura – è costringere i contadini palestinesi ad andarsene via”.

Il ministero ha invitato i cittadini, le istituzioni della società civile, le organizzazioni, gli organismi e comitati popolari a raddoppiare gli sforzi per affrontare l'attacco israeliano contro i territori palestinesi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.