Il ministro Al-Barghouthi, la tregua secondo Israele: 130 tentativi di assassinio.

Il ministro dell’informazione palestinese, dott. Mustafa Al-Barghouthi, ha dichiarato che ritiene Israele responsabile dell’escalation della violenza nella regione a causa delle continue aggressioni contro i palestinesi.

Barghouthi ha aggiunto che il governo palestinese sta compiendo gravi sforzi per mantenere e stabilizzare una tregua totale e reciproca tra le fazioni della resistenza palestinese e Israele, ma che Israele boicotta tali sforzi e viola la tregua stessa con i suoi crimini.

E ha sottolineato che l’esercito israeliano ha accolto la tregua palestinese con 130 tentativi di assassinio, con cui ha inteso provocare reazioni da parte delle fazioni.

La decisione del governo israeliano di invadere nuovamente la Striscia di Gaza renderebbe "più complicata la situazione e creerebbe un serio pericolo per l’intera regione", ha evidenziato Al-Barghouthi, e ha continuato: "Il governo di Ehud Olmert sta cercando di coprire la propria debolezza e incapacità a impegnarsi nel processo di pace con l’escalation delle aggressioni militari contro il nostro popolo.".

E ha aggiunto che il governo di Israele vuole una "tregua a senso unico", mentre "le sua macchine da guerra creano distruzione nella West Bank e nella Striscia di Gaza".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.