Il ministro degli esteri tedesco, in visita a Betlemme si è rifiutato di incontrare il sindaco.

Il ministro degli esteri tedesco, Frank-Walter Steinmeier, si è rifiutato di incontrare il sindaco di Betlemme, Victor Batarsi, durante la sua visita in Palestina.

Fonti palestinesi hanno dichiarato che il ministro tedesco ha definito il sindaco di Betlemme una "personalità indesiderata", cioè, una "persona non grata".

Il sindaco Batarsi ha dichiarato che le affermazioni di Steinmeier rappresentano un insulto al popolo palestinese che lo ha eletto.

In solidarietà con il suo sindaco, il governatore di Betlemme, Salah Tamari, ha boicottato la visita del ministro tedesco.

Nella piazza della Mangiatoia, al centro di Betlemme, l’amministrazione comunale ha issato un cartellone con su scritto, in arabo, inglese e tedesco: "Chiunque boicotta la municipalità di Betlemme non è benvenuto nella Città della Natività".

Victor Batarsi appartiene al Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina. La Giunta comunale comprende 6 seggi di Fatah, 5 di Hamas, 3 del FPLP e 1 del Jihad islamico.

Da parte sua, fonti tedesche hanno negato che il ministro degli esteri abbia definito "personalità non desiderata" il sindaco di Betlemme e hanno aggiunto che l’incontro con i ministri delle finanze e del turismo, e con le realtà degli affari palestinesi è stato molto "fruttuoso".

Steinmeier, infatti, è stato ricevuto a Betlemme dal ministro delle finanze palestinese, Salam Fayyad, e dalla ministra per il turismo, Khouloud Daibes.

Fayyad ha lanciato un appello per la fine dell’embargo e dell’attuale crisi economica che colpisce la Palestina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.