Il ministro degli interni palestinese ha rassegnato le dimissioni: poteri insufficienti per mettere in opera piano di sicurezza.

Il ministro degli interni palestinese, Hani Al-Qawasmi, ha rassegnato le proprie dimissioni al primo ministro Ismail Haniyah, perché non aveva "sufficienti poteri per mettere in pratica il piano di sicurezza concordato di recente". Qawasmi ha espresso delusione per il clima generale.
Fonti palestinesi hanno confermato la notizia delle dimissioni del ministro degli interni, presentate oggi, e hanno aggiunto che si aspettano che Haniyah non le accetterà.
Qawasmi ha accusato di non avere poteri e mezzi sufficienti per comunicare con i leader dei vari corpi di sicurezza palestinesi. 

Ieri, il ministro aveva incontrato i mezzi di informazione per chiedere loro di riportare correttamente le notizie sulla realizzazione del piano di sicurezza in modo da convincere l’opinione pubblica palestinese a dare sostegno.

Nella seduta di oggi pomeriggio, il governo diramerà un comunicato sulla questione delle dimissioni e sulla decisione del premier.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.