Il Paraguay riconosce lo Stato palestinese

 

Asunción – Imemc e Afp. Il Paraguay ha riconosciuto l'esistenza di uno Stato palestinese “libero e indipendente” in base ai confini del 1967, ha annunciato ieri il ministero degli Esteri.

Lo Stato sudamericano si unisce così ad una serie di altre nazioni della ragione – Brasile, Argentina, Bolivia, Cile, Ecuador, Perù, Guyana e Uruguay.

Le frontiere riconosciute ufficialmente da tutti questi stati includono i territori di Gerusalemme est, Cisgiordania e Striscia di Gaza, tutti occupati quarantaquattro anni fa da Israele durante la Guerra dei Sei Giorni.

Con questa misura, dichiara il ministro, il Paraguay “riafferma la propria convinzione che le trattative tra Israele e Palestina dovrebbero riprendere con l'obiettivo di ottenere la pace e la sicurezza per entrambe le nazioni”.

Le ultime trattative, sponsorizzate dagli Usa, sono crollate lo scorso settembre allo scadere di una sospensione parziale delle attività di colonizzazione israeliana in Cisgiordania.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.