Il partito estremista Shas non farà parte della coalizione di governo proposta da Livni.

Tel Aviv – Infopal. Il partito estremista israeliano Shas non farà parte del governo di coalizione guidato dalla leader di Kadima, Tzipi Livni. Ne ha dato notizia oggi il quotidiano Yediot Ahronot, che ha spiegato che i negoziati si sono arenati in quanto Livni non sarebbe riuscita a offrire agli ultra-ortodossi di Shas garanzie sufficienti sulla "protezione di Gerusalemme".

Un altro ostacolo è stato il rifiuto della ministra degli Esteri di accettare la richiesta di Shas di un piano per erogare un miliardo di shekel (circa 261 milioni di dollari Usa) in assegni familiari. 

Il leader spirituale, Rabbi Ovadia Yosef, oggi ha dichiarato che il Consiglio dei Saggi della Torah, il Comitato di dirigenti del partito, hanno votato contro la partecipazione a qualsiasi coalizione di governo.

La ministra Livni ha fatto sapere che la decisione di andare alle urne verrà presa entro domenica, dopo le consultazioni con il presidente israeliano Shimon Peres.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.