Il PCHR condanna la chiusura di 103 associazioni benefiche in Palestina.

Il Centro palestinese per i diritti umani – PCHR -ha chiesto al governo Fayyad di revocare il decreto di chiusura di 103 associazioni benefiche, annunciato qualche giorno fa, "perché colpirebbe duramente l’assistenza umanitaria a migliaia di famiglie".

In un comunicato stampa, il PCHR ha condannato la decisione del governo di Ramallah, basata su motivazioni di ordine amministrativo e finanziario.

E ha affermato che la presenza di associazioni caritatevoli è un diritto umano basilare ed è garantito dalla Legge base palestinese. E ha aggiunto che il decreto di Fayyad "viola la legge sulle società benefiche".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.