Il presidente del Picdar: ‘Niente finanziamenti alla Striscia, per colpa dell’assedio e di Hamas’.

Ramallah – Infopal

Il dott. Mohammad Eshteh, presidente del Consiglio Economico per lo Sviluppo e la Costruzione “PICDAR”, ha dichiarato che la situazione della Striscia di Gaza sotto l’assedio, e la presenza di Hamas come partito al potere, rappresentano due motivi principali per escludere la zona dai progetti di sviluppo e di riforma.

Eshteh ha confermato che i due elementi – l’assedio e il controllo di Hamas sulla Striscia – "impediranno l’applicazione di qualsiasi punto del progetto, perché i donatori rifiutano di collaborare con il movimento di Hamas. A ciò si aggiungono le difficoltà a realizzare qualsiasi attività a causa dell’assedio".

Valutando il progetto di sviluppo e riforma triennale “2008-2010”, che ha messo in luce anche i bisogni della Striscia di Gaza, Eshteh ha affermato che esso non considera la Striscia di Gaza e la Cisgiordania come due entità geografica separate, bensì come territorio palestinese globale.

Eshteh ha precisato che il progetto prende in considerazione le urgenze, in particolare il sostegno del bilancio dell’Anp: circa 1,4 miliardi annui. E ha aggiunto che i soldi dedicati agli altri punti non superano i 300 milioni di dollari annui, mentre i bisogni annui ammontano a 1,8 miliardi di dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.