Il presidente della provincia di Nablus: da oggi i palestinesi del ’48 potranno entrare in città.

 

Nablus – Infopal. Jamal al-Muhsen, presidente della provincia di Nablus, ha dichiarato che da oggi (ieri, ndr) i palestinesi dei "territori palestinesi occupati nel 1948" (Israele, ndr) potranno entrare nella città di Nablus per fare acquisti.

In una dichiarazione alla stampa, Al-Muhsen ha spiegato che "è la prima volta da più di otto anni che ai palestinesi del ’48 viene permesso di entrare a Nablus per risollevare l’economia cittadina ormai distrutta e per riattivare il commercio penalizzato dai blocchi e dall’assedio".

E ha invitato Israele a togliere totalmente i posti di blocco militari dalla provincia di Nablus per permettere all’ANP di realizzare il programma di sviluppo economico. "Molti uomini d’affari locali, arabi e internazionali – ha sottolineato – hanno paura di investire a Nablus a causa dell’assedio. I blocchi, infatti, limitano il libero transito dei prodotti e alzano il livello di rischio, aumentando i costi".

 

Per diversi anni, le autorità di occupazione israeliane non hanno permesso l’ingresso a Nablus dei palestinesi che vivono in Israele, pena l’arresto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.