Il primo ministro del governo non eletto di Ramallah rassegna le dimissioni.

 

 

Infopal, Ramallah – Gaza. Questa mattina, il premier non-eletto della Cisgiordania, Salam Fayyad, ha rassegnato le dimissioni a Mahmoud Abbas, presidente con mandato scaduto il 9 gennaio.

In un comunicato stampa, Fayyad ha dichiato che lui e il governo di Cisgiordania “si mettono da parte per incoraggiare la formazione di un governo di transizione che includa Fatah e Hamas”.

Fayyad ha aggiunto che le sue dimissioni avranno effetto appena il governo sarà formato.

Da parte sua, il governo di Ismail Haniyah ha risposto che il governo di Fayyad è “illegittimo”, in quanto non eletto dal popolo, e sta governando “illegalmente”.

In un comunicato stampa, il portavoce del governo Hamas nella Striscia di Gaza, Taher Al-Nunu, ha dichiarato che Fayyad sta governando “contro la volontà del popolo palestinese, che scelse Hamas come proprio rappresentante”.

E ha aggiunto che tali dimissioni non hanno nulla a che fare con la riconciliazione e il dialogo nazionali al Cairo, poiché il suo governo “rappresenta di per sé un ostacolo a tale dialogo”.

Nunu ha chiesto di ristabilire il governo Haniyah in Cisgiordania, nel rispetto della legge, e fino a che il dialogo nazionale al Cairo porti alla formazione di un nuovo esecutivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.