Il saccheggio e il Rogo del Campo Profughi di Nahr al-Bared.

Il saccheggio e il Rogo del Campo Profughi di Nahr al-Bared

Nel Maggio del 2007 il campo profughi di Nahr al-Bared, casa di 30.000
profughi palestinesi, diventa per 4 mesi teatro di battaglia tra
l’Esercito Libanese e il gruppo estremista di Fatah al-Islam. Durante
questo periodo oltre 40 civili, 167 soldati e più di 200 membri di Fatah
al-Islam sono stati uccisi. 30.000 profughi sono sfollati.
Dalla fine ufficiale della battaglia, all’inizio di Settembre, fino al 10
di Ottobre il campo è stato sotto il controllo esclusivo dell’Esercito
Libanese.

Quando alcune parti del campo nuovo furono riaperte e le prime migliaia di
famiglie hanno fatto ritorno a Nahr al-Bared, sono tornati a case che
erano state bruciate, saccheggiate e vandalizzate. Testimoni hanno provato
che appare sistematico il disegno di bruciare e saccheggiare.
Graffiti razzisti scritti su molte case del campo sono firmati da vari
gruppi di Commando dell’Esercito Libanese.

Nessuna indagine militare o indipendente è stata svolta, anche se Amnesty
International ha scritto al governo libanese, chiedendo l’inizio di un
indagine e la cattura dei responsabili.
Ai giornalisti e alle organizzazioni dei diritti umani è stato vietato
l’ingresso al campo.

Questo è il breve documentario sui saccheggi e i roghi del campo di Nahr
al-Bared. Tutte le riprese sono state effettuate segretamente.

Il documentario è disponibile qui: http://www.youtube.com/watch?v=WxSzDmiqaDU
Una versione del documentario di buona qualità è disponibile qui:
http://www.archive.org/details/saccheggio_bared_mov

Contatto: nahralbared[at]riseup[dot]net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.