Il Segretario generale della Presidenza palestinese smentisce dimissioni di Abbas.

Ramallah – Infopal. Il Segretario generale della Presidenza palestinese, at-Tayyeb ‘Abd er-Rahim, ha smentito le voci secondo cui il Presidente Mahmoud Abbas – a causa della situazione di stallo nel ‘Processo di pace’ con la controparte israeliana – avrebbe intenzione di rassegnare le dimissioni, ed ha affermato che tali notizie “sono infondate”.

In un comunicato stampa, ‘Abd er-Rahim ha affermato: “Queste notizie sono infondate e rappresentano un tentativo di provocare confusione tra i palestinesi. Esse rientrano nella campagna condotta da Israele contro il presidente Mahmud Abbas per sottrarsi ai suoi obblighi previsti in base alla ‘Road Map’, in particolare quelli che prevedono lo stop agli insediamenti e la definizione di riferimenti chiari per la conduzione di un ‘Processo di pace’ basato sul ritiro lungo i confini del giugno 1967. Inoltre, queste campagne mirano a mettere in dubbio l'esistenza di una controparte palestinese”.

Il canale 10 della televisione israeliana, ieri sera ha riferito che Abbas avrebbe dichiarato al presidente statunitense Barack Obama che egli intende dimettersi dal proprio incarico poiché in un prossimo futuro non vede possibilità di ripresa del ‘Processo di pace’. (Si legga: La televisione israeliana, Abbas a Obama: mi dimetto.)

 

‘Abd er-Rahim ha chiarito che “nella telefonata, amichevole e franca, intercorsa tra Abbas e Obama, il primo ha ribadito le richieste palestinesi: per il ritorno ai negoziati è necessario per prima cosa che Israele metta in pratica gli impegni verso la ‘Road Map’, in cima ai quali vi è lo stop agli insediamenti in tutti i territori palestinesi, compresa Gerusalemme, e il riconoscimento della ‘soluzione dei due Stati’, sulla base di uno Stato palestinese ai confini del giugno del 1967 accanto allo Stato di Israele”.

Abbas ha poi dichiarato che è prevista una visita del Segretario di Stato americano, Hillary Clinton, per seguire gli sforzi americani volti all’individuazione di solide basi e punti di riferimento chiari per far avanzare il ‘Processo di pace’.

Ciò avviene mentre i giornali arabi, citando fonti palestinesi affidabili, riportano che il presidente Abbas avrebbe deciso di non candidarsi alle prossime elezioni presidenziali, fissate per il 24 gennaio prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.