Il soldato del video-shock è tornato in servizio.

Gerusalemme – Infopal. E’ ritornato a prestar servizio nell’esercito israeliano il soldato che il 7 luglio sparò a sangue freddo contro Ashraf Abu Rahmah, un giovane dimostrante palestinese di Nil’in, e che un video, girato da un adolescente e diffuso da B’Tselem, ha immortalato. La procura militare israeliana lo ha rilasciato questa mattina.

Il militare aveva sparato contro un cittadino ammanettato e non in grado di difendersi.

Durante l’interrogatorio, il soldato ha dichiarato di aver ricevuto dal suo comandante – visibile nel video – l’ordine di sparare al giovane. L’ufficiale, però, ha negato, aggiungendo di aver chiesto al sottoposto di puntare il fucile contro il prigioniero, per spaventarlo. Nonostante appaia nel video che ha fatto il giro del mondo, il graduato ha negato di aver visto quanto stava accadendo.

Notizia correlata: 21-07-2008:
"Video-shock: soldati israeliani sparano a sangue freddo contro un giovane manifestante di Nil’in."

Video: http://tv.repubblica.it/copertina/video-choc-gli-spara-a-freddo/22333?video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.