Il tribunale supremo israeliano cambia il percorso del Muro di Bil'in: una vittoria della resistenza popolare nonviolenta.

Il tribunale supremo di Israele ha emesso una sentenza che cambia il tracciato del Muro dell’apartheid a Bil’in, nei pressi di Ramallah.

Da due anni a questa parte, tutti i venerdì, giorno di preghiera, la popolazione della cittadina si ritrova a marciare pacificamente, insieme a volontari stranieri e israeliani, contro la costruzione del Muro, che separa campi da case, famiglie, scuole, ecc.

La marcia pacifica di preghiera e avvicinamento al Muro è accolta ogni volta con violenza dai soldati israeliani.

I manifestanti non desistono e portano avanti la loro lotta, sostenuti da gruppi di pacifisti israeliani e internazionali.

Il commento del ministro dell’agricoltura del governo di Gaza

Il dott. Mohammad Al-Agha, ministro dell’agricoltura nel governo Haniyah ha confermato che la decisione del tribunale supremo israeliano di cambiare il percorso del Muro dell’apartheid a Bil’in è "una vittoria degli abitanti della città, in particolare della resistenza degli agricoltori e del loro attaccamento alla loro terra".

In un comunicato, di cui il corrispondente di Infopal.it ha ricevuto copia, Al-Agha ha affermato: "Non basta cambiare percorsi coloniali qua e là, ma si deve premere sul governo di occupazione israeliana affinché rinunci alla politica coloniale che sta divorando la terra dei cittadini".
E ha aggiunto che, nonostante le difficoltà, i maltrattamenti, il sequestro dei terreni, lo sradicamento degli alberi, la resistenza degli abitanti contro il Muro, ha costretto l’occupazione a rinunciare.
Il ministro ha apprezzato gli sforzi dei volontari provenienti dalle zone vicine e in particolare gli stranieri che hanno partecipato alle manifestazioni e alle marce organizzate ogni settimana contro la costruzione del Muro.
Al-Agha ha sottolineato con forza l’importanza di proseguire nella lotta popolare e della solidarietà araba ed internazionale per far cadere il Muro, per arrivare ad applicare la decisione della corte dell’Aia contro il colonialismo israeliano, contro l’annessione di Gerusalemme e contro il Muro stesso.

E ha chiesto al mondo arabo ed internazionale di proporre la questione del Muro dell’apartheid con forza in tutte le occasioni internazionali e non lasciare solo il popolo palestinese.
E ha confermato la necessità di premere per il risarcimento di tutti i danni provocati dal Muro, in particolare gli agricoltori. Tali risarcimenti devono essere imposti al governo di occupazione israeliano.

Articoli correlati:

06-09-2007 Il tribunale supremo israeliano cambia il percorso del Muro di Bil’in: una vittoria della resistenza popolare nonviolenta.
01-09-2007 Manifestazione pacifista di Bil’in repressa duramente dall’esercito israeliano: 7 i feriti, decine gli intossicati.
23-08-2007 La resistenza nonviolenta a Bi’lin.
21-07-2007 L’esercito israeliano attacca manifestazione nonviolenta a Bil’in.
26-06-2007 Palestina. Tutto è possibile
25-06-2007 Video dell’arresto di Yiad Burnat del comitato popolare di Bil’in.
23-06-2007 Manifestazione nonviolenta di Bil’in contro il Muro: 5 feriti e 2 arresti.
19-05-2007 Protesta nonviolenta a Bi’lin: le forze israeliane feriscono 8 persone.
27-04-2007 Tre feriti durante la marcia settimanale di Bil’lin. Arrestato il coordinatore del comitato popolare.
20-04-2007 Violenze dei militari israeliani contro i pacifisti del corteo di Bi’lin. Presenti Mustafa Barghouthi e un nobel per la Pace.
19-04-2007 Luisa Morgantini, contro Muro e occupazione: esemplare la lotta nonviolenta di Bi’lin.
26-03-2007 Intervista a Tanya Reinhart, recentemente scomparsa.
23-03-2007 A B’l’in e Wadi Rahhal manifestazioni pacifiste contro Muro dell’Apartheid.
23-03-2007 Conferenza Internazionale su Resistenza Non-Violenta nei Territori occupati palestinesi. 18-20 aprile.
14-03-2007 Celebrazioni estive palestinesi 2007. 20 Giugno – 18 Agosto 2007
28-10-2006 Manifestazione nonviolenta di Bi’lin: 5 feriti e 2 arrestati.
11-10-2006 Un giudice israeliano cerca le prove sul ferimento del cameraman arabo durante l’arresto.
05-10-2006 La cattiva fede e la distruzione della Palestina.
22-09-2006 Report settimanale sulle violazioni israeliane.
17-09-2006 8 feriti a Bil’in, durante la manifestazione pacifista settimanale.
15-09-2006 Gli speculatori israeliani alla conquista della Cisgiordania.
02-09-2006 Nuove armi israeliane contro manifestanti pacifici di Bil’in.
18-08-2006 Pallottole e gas nervino contro i manifestanti pacifisti di Bil’in, che protestano contro la costruzione del muro della vergogna.
03-06-2006 Settimanale manifestazione pacifista contro il Muro attaccata dalle forze israeliane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.