In Svizzera la prima visita ufficiale di una delegazione di parlamentari di Hamas

Agenzie – Da Cambiamento e Riforma, alcuni deputati del blocco di Hamas, possono oggi uscire dalla Striscia di Gaza in veste ufficiale.

E’ la prima visita dalle elezioni di sei anni fa.

Invitati ufficialmente dal Parlamento Internazionale svizzero, dal segretario generale Anders Johnson, la delegazione, composta dai parlamentari palestinesi Khamis an-Najjar, Sayed Abu Musameh e Mushir al-Masri affronterà in Svizzera varie questioni cruciali sulla Palestina, anzitutto la detenzione di deputati palestinesi da parte israeliana.

La delegazione è stata accolta da una rappresentanza delle comunità islamiche in Svizzera e, dopo la XXXVI seduta del Parlamento Internazionale svizzero, sono previsti altri incontri con gruppi della società civile.

La visita coincide poi con il 3° anniversario della guerra israeliana su Gaza, “Piombo Fuso”, in merito alla quale i parlamentari palestinesi presenteranno documentazione dettagliata ai colleghi svizzeri.

La notizia ha causato l’ira della lobby sionista che ha protestato a Ginevra contro l’arrivo dei deputati di Hamas.

A capo del Comitato internazionale per la difesa dei parlamentari palestinesi, Mushir al-Masri, che della detenzione in Israele ha fatto esperienza.

Proprio al-Masri ha confermato che vi sono stati tentativi concreti da parte israeliana di impedire la visita in Svizzera.

Una campagna mediatica strisciante per boicottarla è stata messa in atto e alcuni quotidiani svizzeri della propaganda sionista hanno pubblicato le foto dei deputati palestinesi con la dicitura di “persona non grata e terrorista”.

“La nostra visita in Svizzera ha l’obiettivo di chiarire chi sono i veri terroristi, e di esporre al mondo la verità riguardo al Sionismo – ha puntualizzato al-Masri -. Essi, tuttavia, non hanno ottenuto alcun effetto sulla visita a Ginevra della delegazione che guido”.

Agenzie:

Shehab

Memo

Pal-Info

(Foto: Shehab).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.