Incontri segreti a Gaza tra Hamas e ufficiali di intelligence occidentali. L’ultimo con quelli italiani.

Fonti di informazione vicine al movimento Fatah hanno riferito dell’esistenza di "incontri segreti regolari, settimanali, tra i dirigenti di Hamas, in particolare Mahomud Az-Zahar, uno dei capi di Hamas, e ufficiali dei servizi di intelligence occidentali a Gaza".
Le fonti hanno confermato all’agenzia web “Falastin Press”, vicina al movimento Fatah, che Az-Zahar partecipa agli incontri con ufficiali di intelligence occidentali. La settimana scorsa si sono svolti diverse riunioni, l’ultima delle quali, nell’ufficio di Haniyah, a Gaza.

Le fonti hanno rivelato che, la settimana scorsa, "Az-Zahar ha incontrato due volte ufficiali dei servizi di intelligence italiani di stanza a Gerusalemme, nell’ufficio di Haniyah. Hanno partecipato all’incontro personalità conosciute del movimento di Hamas e membri del governo Haniyah, oltre a Ahmad Al-Ja’abari, capo delle Brigate Al-Qassam nella Striscia di Gaza".
Le fonti hanno chiarito che "tra le richieste di Hamas presentate agli ufficiali italiani ci sono le seguenti: aiutare il movimento a uscire dalla crisi in cui sta vivendo a livello europeo; aiutare a ottenere visti d’ingresso ai suoi dirigenti per entrare in Europa".

Sempre secondo l’agenzia web, fonti diplomatiche europee – che hanno preferito rimanere anonime –  hanno confermato la veridicità delle notizie che riguardano gli incontri tra ufficiali di intelligence occidentali e dirigenti di Hamas, confermando che quest’ultima sta tentando, attraverso tali incontri, di riformare la propria visione politica in vista della conferenza internazionale, indetta dal presidente americano George Bush il prossimo autunno. Il Qatar dovrebbe fungere da tramite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.