Incontro sul convoglio Lifeline5

Riceviamo e pubblichiamo.

Martedi 2 novembre ore 21 presso il Circolo Internazionalista

via Baveno 23 Torino
Incontro di bilancio sul convoglio Vivapalestina 5, al rientro dalla Striscia di Gaza. Si parlerà dei risultati conseguiti, prossimi obiettivi e iniziative
 
Lo “spezzone europeo” del convoglio è partito da Londra il 18 settembre, è passato da Parigi, Lione, Torino, Milano, Ancona, Igumenitsa, Salonicco, Alexandropoli, Istanbul, Ankara, Kayseri, Adana e a Lattakìa, in Siria, ha incontrato lo spezzone proveniente da penisola arabica e Giordania e quello proveniente dal Nordafrica: in totale, circa 150 autoveicoli e 350 attivisti.
 
A Lattakìa il convoglio è rimasto bloccato 17 giorni per gli ostacoli causati dal governo egiziano, il quale ha infine permesso la partenza verso El-Arish ma l'ha vietata per 18 attivisti (tra cui George Galloway) e per gli autoveicoli che portavano il cemento da costruzione, secondo i dettami di Israele.
 
Giovedi 21 ottobre il convoglio è entrato nella Striscia di Gaza dal Valico di Rafah e ne è uscito domenica 24. Lunedi 25 la delegazione italiana è rientrata in Italia. Sono stati lasciati a Gaza beni e autoveicoli per complessivi 5 milioni di dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.