Incontro svizzero Hamas-Pickering. Usa: ininfluente

Bassem Na‘im e Mahmud az-Zahar, membri del movimento di Hamas, hanno incontrato il mese scorso in Svizzera l’ex ambasciatore Usa alle Nazioni Unite ed ex sottosegretario di Stato Thomas R. Pickering: lo ha riportato giovedì 16 luglio il Washington Post.

“Spero che in questo modo si sia cominciato ad affrontare alcuni degli errori degli ultimi tre anni”, ha commentato Na‘im parlando del colloquio con Pickering, spiegando: “Si è trattato di un primo incontro volto a investigare le posizioni di entrambe le parti in termini generali, senza che si siano presi impegni di alcun tipo”.

Ma i funzionari Usa hanno fornito un punto di vista opposto, sostenendo che il colloquio non ha visto alcun cambiamento significativo della loro posizione nei confronti di Hamas, che gli Stati Uniti considerano un’organizzazione “terroristica”. Hanno quindi precisato – secondo quanto riportato dal Washington Post – di non essere giunti a conoscenza dell’incontro prima che esso avesse luogo, e che, ad ogni modo, l’ex membro del Dipartimento di Stato non occupa alcuna carica ufficiale nell’attuale amministrazione Obama.

Il giorno precedente le rivelazioni del Post, il segretario di Stato Usa Hillary Clinton aveva anzi evidenziato come gli Stati Uniti avessero “chiarito, sia in ambito pubblico che privato, attraverso ogni genere di discorsi, di aspettarsi da Hamas il riconoscimento d’Israele, la rinuncia alla violenza e il rispetto degli accordi già presi”, come condizioni per la disponibilità al dialogo da parte di Washington.

(Fonte: Maan)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.