Incursione di terra e di cielo su Bayt Lahya.


Gaza – Infopal. Alcuni velivoli spalleggiati dalle forze speciali di terra hanno fatto irruzione ieri nella Striscia di Gaza ed arrestato due civili, il tutto qualche minuto prima della fine del digiuno quotidiano. Lo hanno riferito sia testimoni oculari che fonti militari dell’esercito israeliano.

L’incursione ha avuto luogo nel villaggio beduino nei pressi di Bayt Lahya. Secondo i testimoni, i due sembravano avere tra i venti e i trent’anni, e si trovavano in un’area aperta nei pressi della città quando sono stati aggrediti e sequestrati dai militari, che li hanno portati in località ignota.

All'attacco ha partecipato l’aviazione israeliana, la quale ha sparato almeno un missile in quello che pareva essere un tentativo di coprire l’operazione, secondo le testimonianze civili.

Da parte loro, le brigate Salah ad-Din, braccio armato dei Comitati di Resistenza popolare, hanno dichiarato di aver fatto detonare due cariche esplosive vicino all’unità israeliana sotto copertura. Non è chiaro se si siano avuti dei danni tra gli israeliani.

Interrogato sull’incidente, un portavoce militare ha risposto che l’esercito ha identificato e arrestato dei palestinesi sospettati di stare piazzando dell’esplosivo. L’incidente ha avuto luogo al confine settentrionale della Striscia.

Il portavoce militare ha anche confermato la copertura fornita dall’aviazione alle truppe di terra. Ha quindi aggiunto che i soldati israeliani hanno sentito una “grande esplosione” mentre lasciavano la zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.