Invasione israeliana nel sud della Striscia: i contadini non possono accedere ai propri campi.

Gaza – Infopal

Ieri,  i soldati israeliani appostati ai confini di Rafah hanno impedito a centiania di contadini della Striscia di Gaza di raggiungere i propri campi agricoli.

Il sud della Striscia sta subendo continue aggressioni israeliane: l’invasione prosegue da giorni, come i bombardamenti.

Durante la loro "calata", come è consuetudine, i militari distruggono terrreni e strade, sradicano piante, danneggiano strutture e reti idriche.

Ne hanno diffuso la notizia i Comitati Popolari Palestinesi, sottolineando che tali terreni rappresentano l’unica fonte di sostentamento per molte famiglie di Gaza.

I Comitati hanno spiegato che i contadini temono di avvicinarsi ai propri campi a causa della presenza di tiratori scelti israeliani appostati sulle tanti torri di guardia lungo il confine.

L’obiettivo dell’Esercito è di indurre gli abitanti di Gaza ad abbandonare la zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.