Inviato Onu: 'Israele è il peggior regime coloniale'.

INVIATO ONU: "ISRAELE E’ IL PEGGIORE REGIME COLONIALE".zeigler

NEW YORK, (PIC)– Jean Ziegler, l’inviato speciale dell’Onu per il diritto al cibo, ha duramente criticato l’occupazione israeliana e l’ha descritta come il solo "regime coloniale" che rifiuti di obbedire a qualunque legge internazionale, chiedendo che le Nazioni Unite adottino una efficace politica che costringa Israele a rispettare i diritti umani e la Convenzione di Ginevra.

"Dal punto di vista dell’Onu l’occupazione israeliana è un regime coloniale ed un’occupazione militare illegale, essa continua ad annettere sempre più terre palestinesi; perciò l’occupazione israeliana è la peggiore nella storia del colonialismo", ha affermato Ziegler in una intervista televisiva.

Il funzionario dell’Onu ha sottolineato che l’occupazione israeliana sta causando carestia e oppressione fisica e psicologica al popolo palestinese, ma ha fatto notare che c’è una resistenza palestinese, e si è chiesto la ragione dietro alla complicità dell’Unione Europea con l’occupazione israeliana e il motivo per cui i fondi Usa stiano proteggendo questa occupazione.

L’inviato ha descritto i paesi europei come completamente "ipocriti" perché hanno rifiutato i risultati delle elezioni democratiche supervisionate da loro stessi, dopo che ebbero visto che il vincitore era Hamas, sottolineando che gli europei dovrebbero mantenere un minimo di principi.

Ziegler ha sottolineato che la situazione umanitaria nella Striscia di Gaza e in Cisgiordania è deteriorata, dal momento che le statistiche dell’Onu hanno rivelato che il 65% della popolazione della Cisgiordania soffre di malnutrizione; inoltre la Striscia di Gaza, che è abitata da più di un milione e mezzo di persone, si è trasformata in un enorme prigione come risultato dell’assedio israeliano imposto contro di essa.

Egli ha anche descritto il Quartetto sul medio oriente come una mera operazione di propaganda, chiedendo che l’Onu e la Comunità Europea si ritirino da esso, dal momento che la loro presenza in tale Quartetto è inutile e senza senso.

[Jean Ziegler]

A conferma di ciò che l’inviato speciale dell’Onu ha affermato sulle politiche oppressive dell’occupazione israeliana, le forze di occupazione israeliane hanno iniziato domenica a ridurre i rifornimenti di carburante alla Striscia di Gaza in seguito alla risoluzione del governo israeliano che considera la Striscia come un’"entità ostile".

Il portavoce del ministro della guerra israeliano Ehud Barak ha detto alla AFP che la riduzione delle forniture di carburante a Gaza inizierà domenica e che nei prossimi giorni vi saranno numerosi blackout elettrici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.