Iran: annullato l’invio della nave per Gaza.

Imemc e agenzie. L'Iran ha ritrattato la sua intenzione d'inviare aiuti umanitari via mare alla Striscia di Gaza: lo ha annunciato Hussein Sheikh al-Islam, segretario generale della Conferenza internazionale a sostegno dell'Intifada palestinese.

Come ha specificato Sheikh al-Islam, la partenza delle navi, prevista ieri, era stata inizialmente spostata a domenica, “ma ora, a causa delle limitazioni israeliane, le imbarcazioni non salperanno.”

Le restrizioni, ha quindi precisato, vengono imposte da Israele all'accesso di beni e rifornimenti medici a Gaza.

L'Agenzia stampa iraniana ha inoltre riportato dalle parole di Sheikh al-Islam che Israele sta sfruttando la questione e i tentativi di rompere l'assedio per conquistare appoggio politico, e che l'Iran non vuole concederle l'opportunità di strumentalizzare le sue politiche.

Israele ha persino mandato una lettera alle Nazioni Unite, nella quale le navi umanitarie inviate da Iran e Libano sono considerate un segnale di guerra nei suoi confronti, e viene quindi garantito che esse saranno attaccate nel caso decidano di arrivare a destinazione.

“Per evitare di fornire scuse a Israele, gli aiuti umanitari verrano inviati a Gaza con altri mezzi.” ha ribadito Sheikh al-Islam. “Israele non rispetta la legge internazionale, né la legge umanitaria, e agisce in maniera violenta e brutale contro qualsiasi tentativo d'inviare rifornimenti.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.