Iran, la Guardia Rivoluzionaria minaccia di “radere al suolo Tel Aviv”

Tehran-Quds Press. Iraj Masjedi, consigliere del comandante della Forza al-Quds della Guardia rivoluzionaria iraniana, ha avvertito martedì che “l’Iran raderà al suolo Tel Aviv se Israele dovesse invadere il territorio iraniano”.

Masjedi ha aggiunto – in un’intervista all’Agenzia iraniana Tasnim – che “non c’è bisogno che l’Iran intervenga nella guerra nella Striscia di Gaza, perché la resistenza palestinese è in grado di affrontare l’aggressione”.

Ha continuato: “Israele è impotente di fronte alla resistenza e non riparerà la sconfitta subita nell’operazione Al-Aqsa del 7 ottobre, qualunque cosa faccia”.

D’altro canto, il ministro dell’intelligence iraniano, Ismail Khatib, ha affermato: “L’assassinio del consigliere della Guardia rivoluzionaria Radhi Mousavi è un crimine che avrà gravi ripercussioni per Israele”.

Il capo di stato maggiore delle forze armate iraniane, Mohammad Bagheri, ha affermato che “gli israeliani hanno commesso un errore strategico” assassinando Mousavi in ​​territorio siriano.

Ieri, lunedì, Teheran si è impegnata a rispondere all’assassinio di Mousavi, ucciso in un raid israeliano nella zona di Sayyida Zeinab, vicino alla capitale siriana, Damasco.

Secondo l’Agenzia iraniana Tasnim, Mousavi era uno dei comandanti anziani delle Guardie rivoluzionarie in Siria, ed era anche uno di quelli vicini all’ex comandante della Forza al-Quds, Qassem Soleimani, assassinato in un attacco americano mentre lasciava l’aeroporto di Baghdad, nel gennaio 2020.