ISM -Italia: lettera aperta al direttore del Corriere della Sera.

Riceviamo e pubblichiamo.

Lettera aperta al direttore del Corriere della Sera.

Per l’adesione inviare una email a info@ism-italia.it con oggetto “aderisco alla lettera aperta al direttore del Corriere della Sera Paolo Mieli”, indicando nome, cognome, professione e/o organizzazione, città di residenza”.

ISM-Italia

“Oggetto: Il Corriere della Sera, il problema israelo-palestinese, il caso Magdi Allam

Egregio Direttore,

le posizioni del quotidiano da Lei diretto sul problema israelo-palestinese si caratterizzano per un sostegno, a nostro avviso assai acritico, della politica del governo israeliano che prosegue nella durissima repressione del popolo palestinese (lo storico israeliano Ilan Pappè ha ripetutamente parlato, recentemente, di genocidio a Gaza e di pulizia etnica in Cisgiordania)  e per un appoggio, anche esso assai acritico, sempre a nostro avviso, alla complicità dell’Occidente e dell’Europa.

Né vengono tenute in alcun conto, anche solo a livello informativo, le posizioni duramente critiche che si levano, sia all’interno di Israele sia in seno all’ebraismo internazionale, da parte di intellettuali, giornalisti e politici come Uri Avnery, Avraham Burg, Noam Chomsky, Tony Judt, Edgar Morin, Jeff Halper, Ilan Pappè, Michael Warschawsky e numerosi altri, senza dimenticare giornalisti del quotidiano israeliano Haaretz come Meron Benvenisti, Amira Hass, Gideon Levy e Danny Rubinstein.

Nulla è possibile sapere dal giornale da Lei diretto sui crimini commessi quotidianamente dall’esercito israeliano, crimini contro la popolazione civile che sono stati denunciati e dai reduci dell’esercito israeliano e da alcune organizzazioni israeliane di difesa dei diritti umani.”

Così inizia la lettera aperta al direttore del Corriere della Sera Paolo Mieli che abbiamo ritenuto doveroso e necessario inviare dopo aver raccolto un primo gruppo di adesioni.

In questi giorni a Gaza una crisi umanitaria senza precedenti rende tragicamente profetiche le parole di Ilan Pappè.

A parte l’appello Gaza vivrà, non ci sono altre iniziative in Italia e in Europa tese a fermare le mani omicide dei governanti israeliani.

Nessun parlamentare, di destra, di centro o di sinistra, ci risulta abbia presentato una qualche interrogazione, una qualche domanda a un governo complice dei crimini israeliani e americani.

ISM- Italia

info@ism-italia.it

www.ism-italia.it under construction

ISM-Italia è il gruppo di supporto italiano dell’ISM.

L’International Solidarity Movement (ISM www.palsolidarity.org) è un movimento palestinese impegnato a resistere all’occupazione israeliana usando i metodi e i principi dell’azione-diretta non violenta. Fondato da un piccolo gruppo di attivisti nel 2001,  ISM ha l’obiettivo di sostenere e rafforzare la resistenza popolare assicurando al popolo palestinese la protezione internazionale e una voce con la quale resistere in modo nonviolento alla schiacciante forza militare israeliana di occupazione.

 

TUTELA DELLA PRIVACY

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.