Israele: 12.000 minorenni arrestati dal 1967 fino ad oggi

Betlemme – Infopal. Nuovi dati rivelati dal ministro per gli Affari dei detenuti del governo di Ramallah affermano che gli occupanti israeliani hanno arrestato 12.000 minori palestinesi dall'anno 1967, e che sono 300 i ragazzi al di sotto dei diciott'anni ad essere attualmente rinchiusi nelle loro carceri.

Questi, secondo il ministro 'Isa Qaraqe', “sono sottoposti a torture ed estorsioni, oltre che a provvedimenti giudiziari iniqui in occasione dei processi”. Tutto questo, ha ricordato il ministro durante l'apertura del Campo della libertà per i prigionieri nel villaggio di az-Zaytuna – vicino a Bayt Jala -, viola apertamente l'Accordo internazionale sui diritti del minore, che stabilisce il divieto di arrestare chiunque non abbia raggiunto la maggiore età.

“L'obiettivo che cerca di raggiungere Israele arrestando i ragazzini è la distruzione totale delle nuove generazioni” ha dichiarato Qaraqe', aggiungendo che il 90% di loro subisce torture e punizioni “esemplari” durante l'arresto e la prigionia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.