Israele arresta minori e una giornalista palestinese in Cisgiordania

Cisgiordania – Pal-Info, InfoPal. Sono iniziate con l'arresto di minori palestinesi le operazioni condotte all'alba di oggi dalle forze d'occupazione israeliane ad 'Azzoun (Qalqiliya).

Quattro palestinesi minori di 18 anni sono stati arrestati e condotti verso una località sconosciuta.

A decine, i militari hanno circondato le abitazioni dei ragazzi arrestando: Qusai Shaher Salem, Rashad Ra'ed ash-Shabitah, Ihab Talen Mesha'al, tutti di 17 anni e Ibraim Ahmed 'Inaiyah, di 13.

Le operazioni dei soldati sono state condotte con massicce e devastanti perquisizioni nelle case dei palestinesi.

La campagna di arresto contro i ragazzi di 'Azzoun monta ogni giorno di più perché a nord della Cisgiordania occupata i palestinesi vivono sotto il costante tiro dei coloni israeliani e contro questi ragazzi Israele solleva il sospetto del lancio di pietre e cocktail molotov.

Un altro grave episodio relativo agli arresti è quello ai danni di Isra' Salhab, giornalista palestinese, presentatrice del programma “Ahrar”, della Tv “Al-Quds”.
“Ahrar” è un programma sui prigionieri palestinesi e, nei suoi confronti, l'Intelligence israeliana aveva aperto un file proprio per il suo impegno nell'affare dei detenuti.

Il marito, Shadi Zahedah, era stato arrestato tre settimane fa a Wadi al-Jouz, dopo la devastazione della sua casa gerosolimitana.

'Abdallah Kandil, portavoce per l'informazione di “Waed”, associazione per i prigionieri, ha denunciato l'atto in violazione alla libertà di stampa.

“Questo episodio esprime le frustrazioni della classe politica israeliana per il prorpio fallimento nell'affare di scambio dei prigionieri, e per portare disturbo alla relativa serenità riacquistata dalla comunità palestinese che ha riabbracciato i propri cari ex detenuti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.