Israele: arrestati 140 lavoratori palestinesi in 72 ore.


Cisgiordania – Infopal. Le guardie di frontiera hanno lanciato  grandi campagne di arresti nei confronti dei lavoratori palestinesi originari della Cisgiordania e impiegati in Israele, con il pretesto della mancanza dei permessi rilasciati dalle autorità dell’occupazione.
Come ha precisato Tsyki Silaa, capo dell'unità responsabile del perseguimento dei lavoratori stranieri clandestini, durante la giornata di ieri sono stati fermati più di 80 lavoratori palestinesi privi di autorizzazione.
Nello stesso contesto, la polizia israeliana ha rivelato che altri 62 sono stati arrestati tra domenica e lunedì per “soggiorno illegale” in Israele. Quest’ultima campagna è stata condotta nelle zone di Petah Tikva e Ramla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.