Israele colpisce le Forze di sicurezza nazionale palestinesi.

E questo per chi, in Occidente, si ostina a dire e a scrivere sui giornali che l’operazione israeliana è "una reazione di difesa" per il rapimento del soldato…

Bombardare ponti, case, strutture pubbliche, centrali elettriche, imprigionare mezzo parlamento e mezzo governo, colpire le forze di polizia di un paese, ecc. può mai essere una "rappresaglia"? Solo la malafede di politici e stampa internazionale possono avalorare una tesi così assurda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.