Israele: condizioni per accettare il dialogo con Hamas.

Tel Aviv – Infopal

Israele ha posto tre condizioni per dialogare con il movimento di Hamas.

Nei giorni scorsi, uno dei leader del movimento islamico, Ghazi Hamad, ha affermato che Hamas, a livello di principio, non è contraria ad avviare trattative con gli israeliani.

La portavoce del ministero degli esteri israeliano, Amira Aaron, ha confermato che le condizioni di Israele per trattare con il movimento di Hamas sono le seguenti:

1- il riconoscimento dello Stato di Israele

2 – il riconoscimento degli accordi firmati con Israele

3 – il ripudio della violenza

Si tratta delle stesse condizioni poste dal Quartetto per collaborare con il governo di Hamas, prima che questo venisse licenziato dal presidente palestinese Mahmoud Abbas.

La portavoce ha aggiunto: "Accolte queste condizioni, noi siamo disposti a dimenticare le vittime di entrambe le parti, palestinesi e israeliane, e a iniziare una nuova pagina con il movimento di Hamas".

Nei giorni scorsi, Ghazi Hamad, portavoce del primo ministro palestinese licenziato Ismail Haniyah, aveva affermato che, in linea di principio, il movimento di Hamas non è contrario a entrare in trattative con gli israeliani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.