Israele demolisce moschea nella Valle del Giordano

Nablus – InfoPal. Questa mattina, bulldozer e ruspe israeliane hanno demolito una moschea perché “priva del permesso edilizio” nel villaggio di Ezra, nella Valle del Giordano (governatorato di Tubas, Cisgiordania nord).

Makhlas Masa'ed, capo del villaggio leso ha riferito che la moschea era stata costruita nel 1967 per rispondere alle esigenze dell'importante presenza di fedeli i quali all'epoca ne avevano fatto specifica richiesta.

Masa'ed ha negato l'assenza di un permesso di costrizione e ha dichiarato che la comunità dispone di ogni licenza richiesta dalla legge.

“Si tratta di provocazioni, ma anche di atti concreti per la nostra graduale eliminazione, vorrebbero che ci trasferissimo perché Israele ha in programma l'apertura di una grande base di addestramento militare sulla nostra terra”.

L'episodio che ha interessato la moschea di Ezra, infatti, non è isolato; in passato le autorità d'occupazione avevano distribuito ai suoi residenti numerose notifiche di demolizione delle abitazioni palestinesi nelle zone a nord della Valle del Giordano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.