Israele: dopo la Conferenza di Fatah “negoziati senza precondizioni”

Nasera – Infopal. Tel Aviv segue con interesse la VI Conferenza del Movimento di Fatah – che ha avviato i suoi lavori oggi nella città di Betlemme, a sud della Cisgiordania – , considerandola “l'occasione per proseguire i negoziati di pace”.

Secondo la radio ebraica, un funzionario israeliano di spicco avrebbe infatti dichiarato: “Israele ha fatto tutto quanto poteva per creare le condizioni per il buon svolgimento della VI conferenza di Fatah”, e avrebbe aggiunto che quest’ultima “rappresenta l'occasione per la ripresa dei negoziati di pace, senza precondizioni da parte palestinese”.

Queste parole ricalcano quelle pronunciate in precedenza dall’ufficiale dell’esercito israeliano e membro dell'Istituto di ricerca sul terrorismo Shalom Harari, il quale aveva sostenuto che “il successo della VI Conferenza del movimento di Fatah avrà un’importanza strategica per Israele”.

Sempre Harari aveva affermato che la Conferenza “rappresenta una sfida per i servizi di sicurezza israeliani su tre livelli, poiché questi si trovano a non dover ostacolare il dibattito, a fare in modo che nel movimento non scoppino conflitti interni e, soprattutto, a sperare di non sentirsi addossare la colpa di un eventuale fallimento del congresso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.