Israele interrompe il congelamento delle colonie in via 'ufficiosa'

Gerusalemme – Pal Telegraph. Il Consiglio generale delle colonie di Gerusalemme e Cisgiordania ha dichiarato mercoledì la fine dello stop alla costruzione delle colonie, con ventisei giorni d'anticipo rispetto alla scadenza stabilita in precedenza dal governo israeliano. La decisione è giunta in conseguenza dell'uccisione dei quattro coloni, avvenuta martedì notte ad al-Khalil (Hebron).

La radio israeliana ha riportato le parole del direttore generale del Consiglio, Naphtali Bint, che ha annunciato: “Consideriamo conclusa la decisione di congelare le attività di colonizzazione”, spiegando di aver dato istruzione a tutti i funzionari e i personaggi coinvolti nelle attività d'insediamento di proseguire nei progetti edili a partire dalle sei di ieri sera.

Il governo israeliano aveva approvato l'interruzione dei lavori di costruzione lo scorso novembre. Lo stop sarebbe dovuto durare dieci mesi, ma non stava dando i risultati sperati: oltre 2000 nuove unità abitative in più di trenta colonie sono state costruite nel periodo in cui la decisione doveva essere applicata, secondo i report del movimento israeliano Peace Now.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.