Israele pronto per ‘Piombo Fuso 2’.

Gaza. I comandi militari e politici israeliani stanno delineando scenari per una possibile nuova aggressione a Gaza, che potrebbe durare una settimana, con il coinvolgimento dell’artiglieria e dell’aviazione, preludio di un’invasione via terra.

Un alto ufficiale israeliano afferma che “non sono scherzi, siamo in guerra”, aggiungendo che l’esercito si sta preprando ad affrontare qualsiasi scenario.

Israele accusa di nuovo Hamas di possedere missili che potrebbero colpire obiettivi israeliani.

La tv israeliana riferisce che “Piombo Fuso 2” vedrebbe ampiamente coinvolti carri armati Merkava 4, di nuovo tipo, oltre alle brigate d’artiglieria, di fanteria ed “avanzate tecnologie belliche”.

Un altro ufficiale ha affermato che l’esercito potrebbe invadere aree densamente abitate. Potrebbe anche utilizzare tecnologie avanzate per intercettare missili a corto raggio lanciati da Hamas, i quali – sempre secondo l’ufficiale israeliano – sarebbero del tipo in possesso di Hezbollah.

Gli analisti israeliani affermano che questi nuovi sistemi d’arma sono molto costosi, perciò vi è una grande disparità rispetto al costo dei razzi artigianali di Hamas, che gravano sulle casse della Resistenza per circa un paio di dollari l’uno!

Nel frattempo, Roni Daniel, analista militare israeliano, afferma che il sistema di protezione “Iron Dome” potrebbe non essere in grado di proteggere le colonie israeliane vicine a Gaza dai razzi artigianali di Hamas, ma potrebbe limitare i danni. Altri analisti sostengono invece che il sistema proteggerebbe Israele anche da un intenso e simultaneo lancio di razzi.

Anche a Gaza, i gruppi della Resistenza ritengono che Israele si stia preparando ad una nuova aggressione, perciò essi sono in massima allerta e pronti a controbattere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.