Israele rompe la tregua: assassinati un leader delle Brigate Salah Addin e una donna.

Israele rompe la tregua: questa mattina, un leader delle Brigate Salah Addin, l’ala militare dei Comitati di Resistenza Popolare, e una donna sulla cinquantina sono stati assassinati dalle forze israeliane nella città di Qabatiya, a sud di Jenin, nel nord della West Bank.

Fonti della sicurezza palestinese hanno reso noto che sono scoppiati violenti scontri tra forze di occupazione israeliane e militanti della resistenza palestinese. Oltre 50 veicoli militari israeliani hanno fatto irruzione all’alba a Qabatiya. Soldati e cecchini hanno preso posizione nelle strade e suoi tetti degli edifici. Il leader delle Brigate Salah Addin, ‘Abed El-Razeq Mahmoud Nasser Bakr, 22 anni, è stato colpito a morte da numerosi proiettili. Fatmah Nazal, 55 anni, ha cercato di soccorrerlo ma un cecchino israeliano le ha sparato, uccidendola.

Il portavoce delle Brigate, Abu Mujahed, ha dichiarato: "Il nostro rispetto della tregua è condizionato al fatto che le aggressioni israeliane contro i palestinesi cessino, e oggi questa tregua è stata violata con l’uccisione di due persone, ‘Abed El-Razeq Mahmoud Nasser Bakr e Fatmah Nazal".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.