Israele sbloccherà i fondi per le comunità arabe

Tel Aviv. Lunedì, il ministro delle Finanze israeliano Bezalel Smotrich ha dichiarato che il suo ministero sbloccherà i fondi per le comunità arabe che aveva sospeso dopo aver affermato che il denaro alimentava la criminalità, secondo quanto riportato da Reuters.

All’inizio del mese, Smotrich ha dichiarato che alcuni dei fondi di bilancio destinati ai consigli locali arabi erano una bustarella politica del precedente governo che poteva finire nelle mani di “criminali e terroristi”.

La settimana scorsa i consigli locali arabi hanno scioperato per protestare contro questa mossa e i leader delle comunità hanno manifestato davanti agli uffici del governo. Il Comitato nazionale dei consigli locali arabi in Israele ha accusato Smotrich di “razzismo”.

In una dichiarazione rilasciata lunedì, Smotrich è sembrato fare marcia indietro e ha affermato che è stato creato un meccanismo di controllo per trasferire i fondi alle comunità arabe.

“Stiamo impedendo alle organizzazioni criminali di appropriarsi dei bilanci destinati alle autorità arabe”, ha dichiarato Smotrich.

I cittadini arabi di Israele, discendenti dei palestinesi rimasti in Israele dopo la guerra del 1948, rappresentano circa un quinto della popolazione del Paese. Sono i più colpiti dall’aumento dei tassi di povertà in Israele, a causa degli sforzi intenzionali del governo di non fornire finanziamenti sufficienti alle loro comunità e delle norme che li discriminano a livello razziale.

(Fonte: MEMO).

(Foto: Bezalel Smotrich [Social media]).

Traduzione per InfoPal di F.H.L.