Israele si è ritirato da Ash-Shuja’iyah lasciando 30 morti dietro di sé e 128 feriti.

Oggi, l’esercito israeliano si è ritirato da Ash-Shuja’iyah, nella Striscia di Gaza, dopo un’incursione di 48 ore che ha lasciato dietro di sé 30 morti e 128 feriti.

L’area è stata colpita da offensive dell’artiglieria, dell’aviazione, ecc., che hanno preso di mira i civili. Questi raid hanno causato una grande distruzione alle infrastrutture, la morte e il ferimento di molte persone.

Il dott. Mu’awiyah Hasanen, direttore del servizio ambulanze e emergenza dell’ospedale, ha riferito che le forze israeliane hanno ucciso 30 palestinesi – la maggior parte dei quali civili, inclusi 5 fra donne e bambini -, 128 feriti – di cui 17 versano in una situazione critica, 9 hanno perso parti del corpo, 24 richiedono interventi seri e 37 sono minorenni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.